Dalla donna alla Donna

2016

Dalla donna

che deve essere bella sacrificando il suo vero essere, irrigidita nella statua della dea della Bellezza monca e riversa sulla battigia;

che esiste nel sociale solo attraverso e per mezzo della maschera, spessa colata di oro senza carati - velo sopra la pelle - voluta dal sociale stesso;

che non possiede più un volto, né uno sguardo, neppure quando tenta di tornare alla sua primigenia nudità;

che, se rimossa la carne, mostra il suo cuore costretto in una gabbia di cavi elettrici alla quale può adattarsi solo sacrificando la propria umanità.

Alla Donna

che è terra generatrice, ventre fecondo, custode del pulsare vitale;

che, nell’incontro con l’altro il quale la svela e la riconosce, può a sua volta riappropriarsi di se stessa;

che rinasce dalle acque, non più come Afrodite, ma nel suo nome;

che, nel ritorno alla consapevolezza di se stessa, recupera il suo femminile;

che sceglie non più assoggettata al sociale e torna allo stato di Natura secondo Amore.

Sospensione
Sospensione

olio su tela - 90x65 2014 Raccolta: dalla donna alla Donna

Adagiata
Adagiata

acrilico su legno - 90x90 2013 Raccolta: dalla donna alla Donna

Natura secondo Amore
Natura secondo Amore

gessetto su carta acquarellata - 50X70 2016 Raccolta: dalla donna alla Donna

1/1